Perchè cavalcare fa bene alla salute e alla mente

Perchè cavalcare fa bene alla salute e alla mente


Non è il cavallo che fa tutto: contrariamente a quanto si possa pensare, cavalcare è una attività che comporta una buona dose di esercizio fisico che, anche se praticato non a livelli agonistici, lo rende uno sport a tutti gli effetti.

Andare a cavallo significa infatti:

  • sollecitare tantissimi muscoli (primi fra tutti quelli dorsali)
  • migliorare la postura
  • sviluppare equilibrio, destrezza e coordinazione.

Sin dal momento di montare a cavallo, che già richiede una buona dose di calma e concentrazione (per non innervosire l’animale), al mantenersi ben dritti e senza cadere, al guidare, assecondare o frenare il cavallo, all’ammortizzare il movimento del trotto o del galoppo, a pensarci bene tutte le manovre effettuate in sella mettono in moto i muscoli del piccolo fantino, dalle braccia alle gambe, dagli addominali alla schiena.

In breve una sessione di equitazione comporta per i bimbi uno sforzo fisico considerevole, che non ha nulla da invidiare ad una partita di calcio o pallavolo. La pratica costante – come in ogni sport – garantisce uno sviluppo psico-motorio ed atletico incredibilmente rapido.